web analytics
Pubblicità

di Giancarlo Nicoli

Arrestata la maga che tolse l’insulina a una diabetica

Filed Under Il mestiere di farmacista | Comments Off on Arrestata la maga che tolse l’insulina a una diabetica

Non era una dottoressa, ma ai clienti diceva di essere una curatrice di fama internazionale e con tanto di laurea d’eccellenza. Omicidio volontario è l’accusa per la santona Marjorie Randolph, 63 anni, americana, si è vista notificare ieri, insieme all’avviso di garanzia. Consigliò ai genitori di una ragazza diabetica di sospendere l’insulina. La ragazza è morta, a soli 16 anni, il 13 maggio scorso a Firenze. Ne danno notizia il Corriere della Sera, la Stampa e il Messaggero.

«Visitò Clara – scrive il Corriere della Sera – una ragazzina di 16 anni, diabetica, accompagnata dai genitori. E le fece sospendere l’insulina. Disse che quella sospensione l’avrebbe aiutata. E invece fu una decisione fatale per la giovane che un paio di settimane dopo morì all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze dopo due giorni di agonia».

«È accusata di omicidio volontario – continua il Corriere – ed esercizio abusivo della professione medica. Il magistrato le ha concesso i benefici degli arresti domiciliari nella sua casa di Udine. Indagati per concorso in omicidio volontario i genitori della ragazzina morta, la coppia fiorentina Dario ed Elisabetta Palumba. Furono loro, secondo l’accusa, a portare l’unica figlia dalla curatrice e insistettero affinché Clara, studentessa modello al liceo, interrompesse la cura con l’insulina per provare terapie alternative».

«Drammatiche le testimonianze raccolte dagli investigatori – conclude il quotidiano milanese – il giorno in cui Clara entrò in coma. Mentre la ragazzina rantolava sul letto di casa, i genitori chiedevano al telefono istruzioni alla curatrice. Che, senza allarmarsi troppo, consigliava loro di non portare la figlia all’ospedale e di farle alcuni massaggi all’addome. Quando fu deciso il ricovero era ormai troppo tardi. Secondo i medici un intervento tempestivo avrebbe potuto salvarla nonostante fosse rimasta senza insulina per tredici giorni».

Fonti del 5 novembre 2008:

* Corriere della Sera, pag. 31.
* Il Messaggero, pag. 15.
* La Stampa, pag. 19.

Post correlato: Firenze, omeopata toglie l’insulina, diabetica muore a 16 anni.

di Giancarlo Nicoli

Iss: “Influenza, meglio evitare l’omeopatia”

Filed Under Il mestiere di farmacista | Comments Off on Iss: “Influenza, meglio evitare l’omeopatia”

Arrivano dal ministero della Salute le linee guida anti influenza. Cinque i consigli principali, ispirati dal concetto che l’influenza se ne va da sola, quindi è inutile esagerare con i medicinali. No agli antibiotici, non affidarsi a terapie non convenzionali come l’omeopatia, non somministrare ai bambini farmaci per adulti, non dare mai l’aspirina ai minorenni, vaccinare gratuitamente i più deboli, cioè i cittadini sopra i 65 anni, i malati cronici e i bambini con patologie a rischio. In Italia, sono circa 8 mila le persone che si ammalano di influenza, e nella maggior parte dei casi sono anziani. A dare la notizia è il Corriere della Sera.

«Quando il bambino ha la febbre – scrive il quotidiano – e nell’armadietto delle medicine ci sono solo gocce per adulti, capita spesso che i genitori pensino sia sufficiente moderare il dosaggio per adattarlo alle necessità del piccolo. Errore. Errore grave, secondo le linee guida sull’influenza, che si intitola Come riconoscerla e come combatterla, appena pubblicate dall’Istituto Superiore di Sanità».

«No categorico agli antibiotici – continua l’articolo del Corriere – Il loro impiego può essere anche dannoso, ci si espone a rischi come nausea e diarrea e sviluppano resistenza. Si ricorda che questi farmaci non agiscono contro i virus, incluso quello dell’influenza. Quali sono allora i rimedi? Il manuale elenca i principi attivi. Per l’adulto paracetamolo, ibuprofene e diclofenac, sicuri, ma da prendere solo dopo aver consultato il medico. Ai bambini si consiglia la formula per bocca di paracetamolo e ibuprofene in sciroppo o gocce, in alternativa le supposte. Mai l’aspirina perché può dare origine ad una rarissima sindrome che danneggia fegato e cervello».

«L’influenza è una malattia che se ne va spontaneamente, – conclude il quotidiano – quindi, in teoria, non servirebbe nemmeno curarla se non con riposo e corretta alimentazione, se siamo persone sane e senza particolari problemi di salute. Ogni anno per curare l’influenza o la sindrome influenzale (molto simile, ma scatenata da virus diversi) gli italiani sprecano migliaia e migliaia di euro per pillole e capsulette che in gran parte restano in fondo al cassetto».

Fonte:
* Corriere della Sera del 10 ottobre 2008, pag. 1 e 31.

di Giancarlo Nicoli

Omeopatia: solo il medico può prescrivere

Filed Under Il mestiere di farmacista | Comments Off on Omeopatia: solo il medico può prescrivere

Solamente i medici possono rilasciare ricette e prescrizioni per i medicinali omeopatici.

Il principio è stato affermato dalla Corte di Cassazione, Sezione sesta penale, con la sentenza n° 34200 del 6 settembre 2007. Nella motivazione, la Cassazione argomenta che integra il reato di esercizio abusivo della professione medica (secondo l’articolo 348 del Codice penale) la condotta di chi, senza essere medico, effettua diagnosi e rilascia prescrizioni e ricette per l’acquisto di prodotti omeopatici, perché tali atti rientrano nell’esercizio dell’attività sanitaria che presuppone – per il suo legittimo espletamento – il possesso di un titolo valido e idoneo.

(seglalazione di A.M. su Farmamese)

di Giancarlo Nicoli

I genitori interrompono la terapia per affidarla a un’esperta in medicina alternativa
È arrivata in coma all’ospedale. Indaga la procura. La famiglia: “Chiariremo tutto”

Firenze, via l’insulina
diabetica muore a 16 anni

di MICHELE BOCCI e FRANCA SELVATICI

FIRENZE – Aveva 16 anni e mezzo. Studiava in uno dei migliori istituti superiori di Firenze. Dieci mesi fa le era stato diagnosticato il diabete. Era seguita dal centro specialistico dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Grazie all’insulina faceva una vita normale. Ma lei e i suoi genitori speravano in qualcosa di più, nella totale liberazione dalla malattia. E qualcuno, un medico o sedicente tale, un omeopata o sedicente tale, li aveva illusi. Basta insulina, non serve a niente. Il primo maggio l’insulina è stata sospesa.
[Leggi tutto…]

%d bloggers like this: