web analytics
Pubblicità

di Giancarlo Nicoli

Tratto da “Troppi controlli”, di Michele Sartoretti, avvocato, pubblicato sul mensile Farmamese n.3 – 2017, pagina 28 e seguenti.

L’attività dei farmacisti è tra le più soggette a controlli. Senza pretesa di completezza, ricordiamo: le ispezioni delle Commissioni ispettive delle Asl (ben tre tipi: ordinarie, straordinarie e preventive); quelle degli uffici farmaceutici; le generali dei Nas e quelle previste in materia di stupefacenti; le possibili ispezioni dell’Ordine e quelle annuali degli uffici veterinari; quelle dei “vigili sanitari” per la gestione degli alimenti speciali. Senza dimenticare poi quelle dell’Ufficio del lavoro, dell’Inps e dell’Inail in materia di lavoro dipendente e antinfortunistica; dei Vigili del Fuoco in materia di prevenzione incendi; della Guardia di Finanza in materia fiscale e tributaria; dei Vigili Urbani in materia urbanistica ed edilizia, e via discorrendo.

 

Comments

Comments are closed.

%d bloggers like this: