web analytics
Pubblicità

di Giancarlo Nicoli

Fonte: Il Fatto Quotidiano.

L’altro ieri a Roma una donna è stata aggredita da due rottweiler ai quali stava portando il cibo. I due animali sono stati abbattuti dalle forze dell’ordine, il proprietario denunciato; per fortuna la signora, nonostante le gravi lesioni, non corre pericolo di vita.

Le associazioni animaliste e quelle dei veterinari si sono precipitate a spiegare che non esistono razze canine pericolose: il rischio è individuale ed il cane aggressivo è tale per colpa del padrone, che presumibilmente non ha saputo educarlo. Sarà. Io di cani non capisco nulla e non pretendo di correggere i veterinari. Però per mestiere mi intendo un po’ di statistica ed è un dato di fatto che le aggressioni canine sono dovute con grandissima frequenza ai cani di un piccolo numero di razze: non ricordo nessun caso di persone ridotte in fin di vita da un cocker o da un bassotto.

L’articolo completo è qui:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/07/18/psicoanalisi-canina-la-colpa-dellaggressivita-del-cane-e-del-padrone/297051/

Comments

Comments are closed.

%d bloggers like this: