web analytics
Pubblicità

di Giancarlo Nicoli

Fonte: SavonaNews.

(…)

Quando gli animali interferiscono con la sicurezza igienica e la decenza di una città occorre intervenire, se necessario anche duramente, sopratutto sui tenutari degli animali. Non è vero che gli animali sono sempre buoni o che aggrediscono esclusivamente per istinto di sopravvivenza: per difendere la loro prole, o per reagire a disturbi violenti subiti da terzi. Anche loro sono affetti da malattie mentali e disturbi nevrotici, che, a differenza dell’uomo, il più delle volte non sono neanche diagnosticati.

Ne sono una testimonianza i numerosi morti e feriti ogni anno per aggressioni canine di varie taglie, spesso dovute a responsabilità colpose precise dei tenutari, a volte per ragioni incomprensibili degenerate nella tragedia in modo misterioso.

I portici di Savona, che sono la parte più frequentata della città, sono diventati un pisciatoio per cani; in qualsiasi Bar uno si siede nota subito in ogni angolo macchie fresche di urina, non mi sembrano una condizione igienica e un decoro visivo sufficienti, in una città percorsa ogni giorno, in lungo e in largo, da migliaia di turisti della Costa.

(…)

L’articolo continua qui.

Comments

Comments are closed.

%d bloggers like this: