web analytics
Pubblicità

di Giancarlo Nicoli

Fonte: Incidenti dovuti a morsicature di cane.

Questa è la Svizzera! Cara, vecchia, amata Italia, che cosa ci vuole a copiare?!

Incidenti dovuti a morsicature di cane
Chi tiene un cane deve adottare le necessarie misure di sicurezza affinché non costituisca un pericolo per le persone e gli animali. I cani mordono di rado, ma quando ciò avviene l’attacco è diretto soprattutto contro conspecifici. Quando mordono un essere umano, la vittima è spesso un bambino.

Attualità: Statistica sulle morsicature di cane 2009
Nel 2009, in Svizzera sono stati registrati 2 843 incidenti dovuti a morsicature di cane ai danni di esseri umani. La statistica, pubblicata dall’Ufficio federale di veterinaria e dall’Associazione svizzera dei veterinari cantonali, non presenta differenze rilevanti rispetto al 2008: oltre 200 tipi di cane sono coinvolti negli incidenti e i bambini sono i più colpiti.

L’Ordinanza sulla protezione degli animali sancisce che i veterinari, i medici, i responsabili dei rifugi e delle pensioni per animali, le autorità doganali e gli addestratori di cani sono tenuti a notificare all’autorità cantonale competente i casi in cui un cane ha ferito gravemente persone o animali o presenta un comportamento aggressivo anomalo.

L’incidenza di bambini morsi dai cani è superiore alla media, per la precisione, rispetto agli adulti, la percentuale di morsi al viso o alla gola, con conseguenze gravi, è nettamente superiore nei bambini. Spesso l’artefice di questa sciagura è un animale che il bambino conosce già, con cui vive all’interno del medesimo contesto familiare.

Qualora vivano sotto lo stesso tetto un cane e un bambino piccolo, quest’ultimo non deve mai essere lasciato solo con l’animale, perché potrebbe essere morso. Alla nascita di un figlio è bene inoltre che il cane capisca immediatamente che la stanza del nuovo arrivato per lui è tabù.

Viceversa, è indispensabile che l’adulto responsabile dell’animale insegni al più presto ai bambini che il cane non deve essere disturbato nel suo spazio di riposo e mentre mangia. E chiarire che eventuali segnali di minaccia dell’animale, come ad esempio il ringhio, devono essere rispettati immediatamente. In nessun caso un bambino deve avvicinarsi a un cane sconosciuto senza prima aver chiesto il permesso al padrone.

La visione che il bambino ha del cane dipende dalle spiegazioni degli adulti. Se questi lo presentano esclusivamente come un peluche da coccolare, il bambino si aspetterà unicamente un comportamento amichevole da parte dell’animale. Oltre al piacere di avere un cane è indispensabile insegnare ai bambini fin da subito anche a rispettare l’animale e a trattarlo nel modo corretto.

Comments

One Response to “Nel 2009, in Svizzera sono stati registrati 2.843 incidenti dovuti a morsicature di cane ai danni di esseri umani.”

  1. alby1977 on September 20th, 2010 2:57 pm

    Qualora vivano sotto lo stesso tetto un cane e un bambino piccolo, quest’ultimo non deve mai essere lasciato solo con l’animale

    Questo è un passaggio fondamentale: alcuni episodi riportati dall’utente Nicoli sono avvenuti per questa grave lacuna da parti dei genitori/nonni.I bimbi(e non solo purtroppo..), ovviamente, vedono i cani come giocattoli e hanno la tendenza ad avvicinarsi incautamente, pacioccandoli dappertutto:il cane cosa fa?si infastidisce, nella maggiorparte dei casi, avverte e poi…morde!!Rompessero le palle a voi cosa fareste?