web analytics
Pubblicità

di Giancarlo Nicoli

Tratto da Cremona On Line.

Bassa Piacentina, tre aggressioni di cani

By Daniele Duchi

sab 28 agosto 2010

CAORSO/MONTICELLI – Nella Bassa Piacentina sono almeno tre gli ‘inconvenienti’ causati nel corso dell’estate da cani senza guinzaglio e in due casi la responsabilità sarebbe da imputare allo stesso animale: di grossa taglia e nero. I primi episodi sono avvenuti lungo l’argine maestro del Po, nel tratto di pista ciclabile che attraversa la Bassa Piacentina, a Caorso ed una donna ha riportato la rottura di un braccio. La stessa dinamica un paio di settimane fa, quando un’altra caorsana è stata rincorsa dallo stesso cane. Pure in quel caso l’animale ha rincorso la ciclista causandone la caduta, ma fortunatamente con ferite ed escoriazioni più lievi. Potrebbero invece scattare querele civilistiche di parte in merito ad un terzo episodio, avvenuto a Monticelli e da imputare ad un altro cane che pochi giorni fa avrebbe aggredito il cagnolino di una donna azzannandolo con violenza e, se non fosse intervenuta la proprietaria, avrebbe potuto ucciderlo. Alla luce di questi episodi forze dell’ordine e Comuni ricordano che la legge e le ordinanze impongono di condurre i cani al guinzaglio e con la museruola nel caso siano potenzialmente aggressivi.

Comments

2 Responses to “Bassa Piacentina, tre aggressioni di cani”

  1. alby1977 on September 20th, 2010 2:53 pm

    Su questo episodio le do ragione…se non erano in un’area cani, allora dovevano essere tenuti al guinzaglio

  2. Ancora a proposito di cani: una risposta a numerosi commenti : Scoprire on September 21st, 2010 8:20 am

    […] proposito del post “Bassa Piacentina, tre aggressioni di cani” Su questo episodio le do ragione…se non erano in un’area cani, allora dovevano essere […]

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

%d bloggers like this: