web analytics
Pubblicità

di Giancarlo Nicoli

L’idea di questo post mi è venuta dopo aver letto l’articolo “Liberare la mente”, pubblicato sul numero 206 di Focus, dicembre 2009 (pp. 84-102).

In pratica ciò che segue è un estremo riassunto dell’articolo. Spero di essere in grado in futuro (ma non garantisco) di aggiornare questo post, in modo da farlo diventare una sorta di articolo da consultazione, sempre in divenire.

Per chi è ammalato o ha vicino qualcuno che lo è:

  • Ci sono prove scientifiche sul fatto che la psicoterapia funziona.

Statistiche:

  • La malattia mentale colpisce un italiano su quattro. Le donne hanno una probabilità 1,5 volte maggiore degli uomini di ammalarsi di ansia e depressione. Gli uomini soffrono di più di tossicodipendenza (1 su 8) e di personalità anti-sociale e sono più esposti al rischio di suicidio (il 75% dei suicidi sono maschi, per lo più giovani).

Prevenzione:

  • La vera causa delle malattie mentali non è nota. Si sa che i geni possono predisporre alla sofferenza mentale, ma si sa anche che nei gemelli identici, che condividono lo stesso patrimonio genetico, uno si ammala e l’altro no. Quindi un ruolo nella salute mentale l’ha anche l’ambiente. E se l’ambiente ha un ruolo, allora la malattia mentale può essere prevenuta.
  • Sappiamo che l’alcolismo è uno dei fattori che predispongono alla malattia mentale. Quindi: no alcool!
  • Gli studi  dimostrano che tutte le sostanze d’abuso, comprese quelle socialmente più accettate, come la cannabis, possono scatenare crisi psicotiche nei soggetti predisposti. Quindi: no alle sostanze d’abuso!
  • L’esercizio fisico, come per esempio il camminare, aumenta la produzione di neuroni. L’attività fisica fa aumentare il flusso del sangue al cervello irrorandolo meglio. Quindi: sì all’attività fisica moderata!
  • Secondo uno studio del Netherlands Institute for Health Services Research di Utrecht (Paesi Bassi), l’incidenza di ansia e depressione è più bassa nelle comunità agricole e più alta in città. La percentuale di spazi verdi urbani, spazi agricoli o terreni incolti nel raggio di 1 chilometro rispetto al punto in cui si vive, è una delle variabili della salute. Quindi: sì a spazi verdi vicini a casa! Se mancano spazi verdi vicino a casa, si può andarli a cercare durante il tempo libero…
  • Esercitare il cervello senza impigrirsi in attività passive come guardare la televisione. Quindi: sì a rimanere intellettualmente attivi!
  • Mamme e papà che coccolano i propri bambini riducono le probabilità che essi, da adulti, soffrano di malattia mentale.

Fonte:

  • “Liberare la mente”, Focus n . 206, dicembre 2009.

Comments

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

%d bloggers like this: