web analytics
Pubblicità

di Giancarlo Nicoli

L’8 dicembre è entrato in vigore in Belgio un Decreto reale che ha stabilito l’allungamento della moratoria sull’apertura di nuove farmacie, portando il limite in scadenza l’8 Dicembre 2009, fino alla stessa data del 2014. La moratoria, introdotta nel 1999 per un periodo di 10 anni, era stata decisa dal Legislatore per diminuire la massiccia concentrazione di farmacie che faceva del Belgio il Paese europeo a più alta densità di esercizi farmaceutici dopo la Grecia.
Dopo 10 anni di moratoria il rapporto tra popolazione e farmacie è passato da 1.900 abitanti a 2.040, ancora non sufficiente tuttavia per garantire “… un approvvigionamento di farmaci che sia adeguato, efficace e regolare”. Il numero attuale di farmacie è ancora di molto superiore al numero massimo stabilito nel 1974, quando si reintrodussero criteri geo-demografici per l’apertura di farmacie.
Secondo quanto affermato nella relazione dell’Agenzia federale del farmaco che accompagna il Decreto: “La moratoria … fa in modo che le farmacie possano generare un giro d’affari sufficientemente elevato, al fine di poter rispondere alle funzioni di servizio pubblico. Questo sistema permette, in effetti, alle farmacie di generare redditi sufficienti per poter investire nella qualità dell’assistenza”.

Fonte: Federfarma

Comments

Comments are closed.

%d bloggers like this: