web analytics
Pubblicità

di Giancarlo Nicoli

Il Rosso e il Verde

Dal 28 agosto 2009

Leggo pagine e pagine scritte per dire: “siamo in un clima di deflazione”.

E poi ancora pagine e pagine scritte stavolta per dire due cose opposte tra loro: siamo in recessione / la recessione è finita.

A me sembra che siamo chiaramente in un clima di deflazione.
E mi sembra altrettanto chiaro che siamo ancora in un clima di recessione. Resto con un po’ di liquidità e mantengo azioni che pagano un buon dividendo (dal 7% lordo annuo in su).

Micro… macro… Sono del parere che belle aziende, che abbiano un bel business plan e un prodotto vincente; che abbiano quella che Warren Buffett chiama “wide moat” (rilevante barriera all’ingresso di concorrenti) e che Michael Porter chiama – in modo per me più facile da tradurre dall’inglese –  “vantaggio competitivo”, in borsa daranno dei bei risultati: anche se il resto del mondo faticherà un po’.

E quali sarebbero queste aziende?
Dal mio punto di vista (sono pur sempre un farmacista) le aziende che si occupano di salute sono aziende che hanno già di per sé una posizione favorevole. Tutti vogliono vivere il più a lungo possibile, tutti vogliono evitare il dolore, tutti vogliono stare bene.

Attenzione, non do consigli di acquisto: vi offro solo qualche idea, poi dovete essere voi a scavare e a prendervi la responsabilità di un eventuale investimento…

Un’azienda che a me piace molto (forse lo avrete già capito) è Stereotaxis (notizie Yahoo!tag di Scoprire.biz). Quest’azienda ha:

  • una linea di prodotti innovativi;
  • una chiara leadership di mercato rispetto ai concorrenti;
  • prodotti che hanno un profilo di sicurezza superiore alla concorrenza;
  • brevetti che la mettono al sicuro da eventuali imitatori;
  • un profilo costo/beneficio superiore all’uso cronico del farmaco.

Ci sono un paio di punti deboli, il primo è che Stereotaxis ancora perde denaro ed è indebitata (cosa che in questa fase di mercato – ma che cosa dico… in ogni fase di mercato) scoraggia molti investitori e toglie domanda al titolo azionario; il secondo, sequenziale al primo, è che si parla di un prossimo aumento di capitale (anche questo scoraggia l’investimento).

Per chiudere, vi segnalo il blog “Mercato Libero”. Lo leggo quasi tutti i giorni e lo trovo interessante. Non sempre condivido quel che c’è scritto, ma questa è un’altra storia.


Di Giancarlo Nicoli, Appiano Gentile, CO
Il presente articolo è stato scritto da Giancarlo Nicoli. Le informazioni qui contenute sono state ricavate da fonti, che Giancarlo Nicoli ha ritenuto affidabili. L’accuratezza e la completezza delle stesse non può essere in nessun modo garantita. La presente pubblicazione viene a pubblicata per meri fini di informazione ed illustrazione, non costituendo peraltro la stessa in alcun modo una proposta di conclusione di contratto o una sollecitazione all’acquisto o alla vendita di qualsiasi strumento finanziario. Il documento può essere riprodotto nella sua interezza. A tal proposito si chiede la cortesia di citare la fonte: www.scoprire.biz. La presente pubblicazione non si propone di sostituire il giudizio personale dei soggetti a cui si rivolge. Giancarlo Nicoli ha la facoltà di agire in base a/ovvero di servirsi di qualsiasi materiale sopra esposto e/o di qualsiasi informazione a cui tale materiale si ispira prima che lo stesso venga pubblicato e messo a disposizione dei lettori.
Giancarlo Nicoli può occasionalmente assumere posizioni lunghe o corte nei summenzionati prodotti finanziari.
I link eventualmente presenti sono stati verificati e risultano funzionanti al momento della pubblicazione del presente articolo.

Comments

Comments are closed.

%d bloggers like this: