web analytics
Pubblicità

di Giancarlo Nicoli

Tutti gli estratti relativi al libro La casta bianca, pubblicati su Scoprire, sono qui. N.B.: Scoprire è un blog, quindi i post sono elencati in ordine cronologico inverso.

Per saperne di più a proposito delle nostre recensioni, cliccare qui.

A Bari il padre professore ha messo a contratto la figlia senza concorso nella Facoltà di cui è preside; il vecchio professore di Medicina ha presieduto la commissione d’esame che ha promosso il cognato di suo figlio; ben otto professori universitari che insegnano a Economia hanno lo stesso cognome, non per omonimia. A Medicina il padre, eletto preside, ha lasciato al figlio la direzione della scuola di specializzazione. Aveva vinto la selezione come unico candidato.

Ai concorsi partecipano tanti candidati quanti sono i posti in gara; chi non deve vincere viene scoraggiato. Secondo le indagini della Guardia di Finanza lo scoraggiamento è il risultato dell’attività di una cupola formata da cardiologi di chiara fama, baroni che pilotano carriere di professori e aspiranti tali.

Le indagini dei finanzieri hanno accertato molti atti illeciti.

Chi prepara il concorso del figlio, sentito con le intercettazioni che ora saranno proibite, si impegna a costruire una commissione favorevole, poi comunica al figlio il tema dell’esame, infine gli procura il testo dell’esame già svolto. Secondo gli atti di quell’inchiesta, a un candidato che non accettava di ritirarsi venne inviato questo SMS: “Il professore ha fatto avere il tuo indirizzo a due mafiosi per farti dare una sonora bastonata”.

Cornaglia Ferraris, Paolo, La casta bianca. Viaggio nei mali della sanità, collana Ingrandimenti, I edizione, Milano, Mondadori, ottobre 2008, 233 p., p. 121.

Comments

Comments are closed.

%d bloggers like this: