web analytics
Pubblicità

di Giancarlo Nicoli

Jdimytai Damour, 34 anni, è morto schiacciato dalla folla nel giorno d’inizio dei saldi.

A Valley Stream, a circa trenta chilometri da Manhattan, New York, un dipendente della catena Wal-Mart è morto travolto dalla folla.

Alle 4,55 del mattino, cinque minuti prima dell’apertura, le circa 2 mila persone assiepate davanti all’ingresso del supermercato, alcune da giovedì mattina, hanno sfondato i cancelli e travolto Jdimypai Damour, 34 anni, originario della Giamaica. La gente, incurante della vittima, un impiegato temporaneo, ha anche ostacolato i soccorsi dei colleghi di Damour pur di poter passare e arraffare le migliori occasioni dagli scaffali. I clienti hanno continuato a entrare anche dopo l’arrivo dell’ambulanza e della polizia. Gli agenti hanno riferito che nella calca altre quattro persone sono rimaste ferite, tra questi una donna incinta di 8 mesi ricoverata in ospedale per accertamenti.

Kimberly Cribbs, una testimone della carica della folla, dice che i clienti si comportavano da “selvaggi.”

“Quando le autorità hanno detto che se ne dovevano andare, che un dipendente era stato ucciso, ho sentito persone gridare ‘E’ da ieri mattina che sono qui'”, dice. “Hanno continuato a fare acquisti.”

A New York, la capitale economica degli Stati Uniti d’America, il Paese più prospero del mondo, si può morire perché la folla vuole acquistare risparmiando. A tutti i costi. Anche a costo della vita…

Fonti:
http://biz.yahoo.com/ap/081128/wal_mart_death.html
http://www.corriere.it/esteri/08_novembre_29/travolto_commesso_walmart_76248fb2-be03-11dd-99ec-00144f02aabc.shtml

Comments

Comments are closed.

%d bloggers like this: